PAROLA D’ORDINE: DISORDINE

Lo spettacolo teatrale di Silvia Saponaro

arriva al Circolo Bloom di Torino

13 gennaio ore 21

Se mangiassi un dubbio e questo avesse un gusto, sarebbe di dubbio gusto?”.Parola d’ordine: disordine è il monologo scritto, diretto e interpretato daSilvia Saponaro. Lo spettacolo teatrale, prodotto da Anomalia Teatro, vede in scena una sola attrice, accompagnata dalla musica dal vivo di Giulia Antoniotti, con tante domande, ma soprattutto tante parole. Per avere, forse, le risposte, l’appuntamento è al Circolo Bloom di via Challant 13 sabato 13 gennaio alle ore 21.

Più di un semplice spettacolo comico, Parola d’ordine: disordine è un vero e proprio viaggio attraverso giochi di parole, che accompagnano l’attrice e il pubblico nel caotico mondo del pensiero. In un turbinio di parole, personaggi, risate, emozioni e note provenienti dal pianoforte di Giulia Antoniotti, quello che resta da fare è scoprire la risposta al quesito principale: siamo schiavi del nostro pensiero? L’intento è quello di indagare, attraverso la comicità, il dramma umano della dipendenza dal nostro pensiero, ma anche di spronare il pubblico alla riflessione mettendolo di fronte alla realtà nuda e cruda, quella del caos mentale che accompagna tutti. Attraverso il gioco di parole, gli spettatori vivono il racconto di una quotidianità, dal risveglio al calar della notte, in cui l’unica costante sarà la lotta per fuggire dal proprio pensiero.

Silvia Saponaro, 25 anni, diplomata all’Atelier di Teatro Fisico di Philip Radice, è al quarto spettacolo teatrale da lei scritto, diretto e interpretato. Prima di Parola d’ordine: disordine, ha realizzato A dio piacendo, debuttato due anni fa, mentre in produzione ci sono Uliana e Amore c’è un morto in salotto.

Anomalia Teatro nasce nel settembre 2016 con l’obiettivo di produrre e distribuire la propria arte in modo indipendente. Nel suo primo anno di attività ha portato in scena tre spettacoli, una rassegna di musica classica, attività formative e collaborazioni con enti ed associazioni torinesi. È un gruppo di giovani artisti che ama il teatro in ogni suo aspetto, dal monologo centrale di Amleto allo scotch dietro le cartoline, ed è proprio questa passione a portarli alla cura per ogni dettaglio e alla creazione di un’esperienza che abbia inizio con il nome sulla locandina e finisca con gli applausi del pubblico.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.