la-volpe-e-il-leone_locandinaTeatroSenzaTempo Produzione Spettacoli Teatrali

Da un’idea di Stefano Reali

presenta

STEFANO REALI

in

“La Volpe e il Leone”

Shakespeare & Cervantes: dopo 400 anni il mistero sale in scena
con Antonio Nobili, Marco Giustini, Lucia Rossi, Bruno Alessandro
e con la partecipazione di Bruno Alessandro

 

Ogni nazione europea ha avuto un proprio Poeta Nazionale, che ha esaltato la lingua e la cultura della sua terra di appartenenza. L’ Italia ha avuto Dante, la Germania Goethe, la Spagna Cervantes, e l’Inghilterra Shakespeare.

La loro opera ha reso questi poeti degli Immortali.

Ma quanto sappiamo di loro, come uomini? 

“Shakespeare e Cervantes, dopo 400 anni il mistero sale in Scena” vuole indagare la vita dei due poeti, svelandone l’umano dietro il genio, la persona dietro l’artista, e sopratutto l’uomo dietro la maschera, mettendo in luce una serie di sconvolgenti sorprese sui sei anni in cui Cervantes visse in Italia, e su chi, negli stessi anni, si nascondeva dietro la scrittura delle commedie “Italiane” di Shakespeare.

E’ un evento all’interno del quale verrà eseguita una lettura scenica de  “La Volpe e il Leone”, un testo teatrale che racconta dell’ incontro virtuale avvenuto nell’ottobre del 1571 nell’ospedale di Messina tra Miguel de Cervantes e il letterato italiano Giovanni Florio.  Un incontro che poteva fin da allora svelare un mistero su cui i maggiori studiosi del mondo, dopo quattrocento anni, stanno finalmente facendo luce: chi ha scritto davvero i drammi di William Shakespeare?

Il testo è stato scritto da Stefano Reali, ed è basato sugli studi più recenti, italiani e stranieri, che affrontano l’annosa e infinita questione della paternità delle opere di Shakespeare.

Due tra i più accreditati tra questi studiosi, Saul Gerevini e Corrado M. Panzieri, i cui libri hanno recentemente scosso l’estabilishment letterario “stratfordiano” di mezzo mondo, assieme a Massimo Oro Nobili, saranno presenti alla fine delle repliche di sabato 26 e domenica 27 novembre per un incontro – dibattito, che permetterà loro di rispondere alle domande del pubblico e degli appassionati.

Una provocazione letteraria affiancata a confronti e dibattiti, secondo un calendario di eventi ed incontri conviviali che si articoleranno dal 23 al 27 novembre (Ore 20,30/ Sabato e Domenica ore 19,00) e avranno come cornice la chiesa sconsacrata della “Cappella Orsini” di Roma.

Cappella Orsini (Via di Grotta Pinta, 21, 00186 Roma)

 INFOLINE E PRENOTAZIONI: 3664538808

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.