Venerdì 31 maggio 2019, ore 21.00 nella Chiesa di Santa Caterina, sede dei Musei Civici di Treviso, Piazza Mario Botter, 1 a Treviso avrà luogo il terzo appuntamento della rassegna “Restituire Bellezza”.

Ospiti del terzo appuntamento Lorenzo Ghielmi, allo storico clavicembalo attribuito a Mattia De Gand, 1685 e Mayumi Hirasaki, violino. Titolo del concerto “Violino e cembalo nel barocco tedesco”. I due strumenti saranno protagonisti, in duo e come solisti, in brani del repertorio barocco tedesco, ove si assiste all’emancipazione, rispetto alla musica vocale, di quella strumentale che trova la sua strada e le sue forme peculiari, nella sonata per strumento solista e basso continuo.

In particolar modo vengono proposte due sonate (“L’Annunciazione” dalle Sonate e del Rosario, Sonata VI dalla raccolta di Norimberga, 1681) e una passacaglia (Passacaglia a violino solo) di Heinrich Ignaz Franz von Biber, violinista particolarmente abile, maestro di cappella presso la corte di Salisburgo, che scrisse molto per il suo strumento raggiungendo vertici eccelsi.  Spazio anche a due sonate di Johann Sebastian Bach per violino e basso continuo (BWV 1021 e BWV 1023) in cui è lo strumento ad arco a guidare il discorso musicale mentre quello a tastiera gioca un ruolo di semplice sostegno armonico. Concludono il programma la Partita di George Muffat e due brani di Georg Böhm, compositore e organista tedesco del periodo barocco, noto per lo sviluppo della partita corale e per il suo influsso sul giovane Johann Sebastian Bach.

Restituire Bellezza è la rassegna internazionale promossa da Fondazione Antiqua Vox in collaborazione con il Comune di Treviso e la direzione dei Musei Civici, per far conoscere e valorizzare il clavicembalo e la sua musica. Musicisti di fama internazionale si esibiranno nella Chiesa di Santa Caterina sul prezioso clavicembalo antico attribuito a Mattia De Gand di proprietà dei Musei Civici di Treviso e recentemente restaurato su iniziativa di Antiqua Vox. Inoltre, giovani clavicembalisti suoneranno su copie di clavicembali storici con vari ensemble nella vicina Chiesa di San Gaetano.

La rassegna prosegue domenica 2 giugno nella Chiesa di San Gaetano una straordinaria coppia di musicisti: il celebre liutista spagnolo José Miguel Moreno Aguado e la figlia clavicembalista Inés Moreno Uncilla, in un originale programma dedicato alla musica rinascimentale e barocca tra Spagna e Italia. Il celebre direttore d’orchestra, clavicembalista e organista trevigiano Andrea Marcon sarà l’ospite di eccezione giovedì 13 giugno sul prezioso clavicembalo antico di Santa Caterina assieme al violoncellista e direttore d’orchestra trevigiano Massimo Raccanelli, che per l’occasione inaugurerà il restauro di un altro importante strumento: il violoncello antico, attribuito alla scuola di Gasparo da Salò (1540-1609), appartenente alla collezione Lattes dei Musei Civici di Treviso e appena restaurato su iniziativa di Antiqua Vox dal maestro liutaio Franco Simeoni. Completano l’organico Giulio Padoin al violoncello e Gianluca Geremia al liuto. In programma musiche di Vivaldi, B. Marcello, F. Geminiani, G.B. Pergolesi, L. Boccherini, B. Pasquini e G.F.Händel. Concluderà infine la rassegna domenica 16 giugno a San Gaetano il clavicembalista Andrea Buccarella, vincitore del Primo premio al Concorso Internazionale di clavicembalo di Bruges 2018 con l’esecuzione integrale delle celebri “Variazioni Goldberg “  BWV 988 di J. S. Bach.

Lorenzo Ghielmi si dedica da anni allo studio e all’esecuzione della musica rinascimentale e barocca. E’ fra i più affermati interpreti dell’opera organistica e cembalistica di Bach.
Tiene concerti in tutta Europa, in Giappone e nelle Americhe. Numerose registrazioni radiofoniche e discografiche (Winter & Winter, Passacaille, Harmonia mundi, Teldec). Le sue registrazioni di Bruhns, di Bach dei concerti di Händel, e dei concerti di Haydn per organo e orchestra sono state premiate con il “Diapason d’or”. Insegna organo, clavicembalo e musica d’insieme presso la Civica Scuola di Musica di Milano, nell’Istituto di Musica Antica. Dal 2006 al 2015 è stato titolare della cattedra d’organo presso la Schola Cantorum di Basilea. E’ organista dell’organo Ahrend della basilica milanese di San Simpliciano dove ha eseguito l’opera omnia per organo di J.S. Bach. Fa parte della giuria di concorsi organistici internazionali (Toulouse, Chartres, Tokyo, Bruges, Freiberg, Maastricht, Losanna, Norimberga) e gli sono affidati conferenze e corsi di specializzazione da numerose istituzioni musicali (Accademia di Haarlem, Mozarteum di Salisburgo, Conservatoire national supérieur de Musique di Parigi, Hochschule für Musik di Lubecca, New England Conservatory di Boston, Accademia di Musica di Cracovia). Ha seguito la progettazione di numerosi nuovi organi, fra cui il grande strumento della cattedrale di Tokyo. Dirige l’ensemble strumentale “La Divina Armonia”.

Mayumi Hirasaki originaria del Giappone ha iniziato a studiare violino all’Università Nazionale di Belle Arti di Tokyo nel 2000. Nel 2001 si è trasferita in Germania, dove ha studiato con il Daniel Gaede alla Hochschule für Musik di Norimberga, conseguendo il diploma nel 2007. Interessata alla musica antica, ha iniziato a studiare violino barocco alla Hochschule für Musik und Theatre di Monaco con Mary Utiger, conseguendo il diploma l’anno successivo, perfezionandosi a Lucerna con Giuliano Carmignola. Ha vinto il Secondo Premio all’International Johann Sebastian Bach Competition di Lipsia e il terzo premio all’International Early Music Competition di Bruges, in Belgio.Dal 2010 primo violino dell’orchestra barocca Concerto Köln. È inoltre regolarmente invitata a esibirsi in vari festival musicali in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone con La Divina Armonia, Il Gardellino, Il Suonar Parlante, Kammerorchester Basel e Zürcher Kammerorchester. Oltre al violino, Mayumi Hirasaki suona l’organo e al clavicembalo. Ha studiato kirchenmusik a Bamberg e ha conseguito il diploma di cembalo presso la Musikhochschule di Monaco nella classe di Christine Schornsheim. Ha insegnato violino barocco alla Folkwang University of the Arts di Essen dal semestre invernale 2009 e dallo scorso anno è professoressa al Mozarteum di Salisburgo.

I concerti a Santa Caterina avranno inizio alle ore 21.00, costo del biglietto 10 euro, studenti under 30 ingresso gratuito. I biglietti potranno essere acquistati la sera stessa del concerto all’ingresso della chiesa di santa Caterina

I concerti nella chiesa di San Gaetano avranno inizio alle ore 18.30 – ingresso libero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.