Code vs Human di Tommaso Vivaldi, videoclip del brano omonimo del cd Apocalypse, sarà tra le opere esposte alla mostra “Artefici del nostro tempo”, in programma a Venezia, Biennale Arte 2019, al Centro Culturale Candiani dal 14 giugno al 1° settembre.

Vivaldi, compositore, musicista e sassofonista milanese, ha vinto il concorso bandito da Biennale 2019 questa primavera. Il concorso era rivolto ad artisti tra i 18 e i 35 anni, che avessero un’opera inedita, con tematiche attinenti all’attualità del tempo che stiamo vivendo. “Artefici del nostro tempo” si ispira alla contemporaneità, in linea con il titolo di Biennale Arte 2019, “May you live in interesting time”. Molti i generi artistici ammessi al concorso: fotografia, pittura, poesia visiva, street art, videoclip musicali.

Code vs Human è un brano clou nella narrazione di Apocalypse. In Apocalypse, Vivaldi ha immaginato un’utopia negativa, una “fine del mondo”, che va attraversata fino in fondo prima di pensare a una rinascita. In Code vs Human, la tecnologia ha soverchiato l’uomo: totalmente dipendente da Internet, egli è oramai incapace di assaporare il gusto naturale della vita.

Nel brano, Vivaldi applica il suo stile personale, un cross over tra classica, rock e contemporanea, insistendo volutamente sulla musica elettronica. La regia del videoclip, a cura di Tommaso Vivaldi, ha inserito le figure del soggetto, con la camicia di forza, a cui sono stati tolti i social network e del medico chirurgo, che ingaggia senza successo una sorta di esorcismo moderno contro gli algoritmi.

Code vs Human sarà esposto alla mostra “Artefici del nostro tempo”, a Venezia, Biennale Arte 2019, dal 14 giugno al 1° settembre, presso il Centro Culturale Candiani.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.