Ca’ Foscari e Centro Tedesco di Studi Veneziani insieme per ricordare il grande autore tedesco

A DUECENTO ANNI DALLA MORTE UN CONVEGNO INTERNAZIONALE SU KLEIST (25-26 ottobre) E UNA LETTURA SCENICA DEI SUOI TESTI AL TEATRO S. MARTA

Lo scrittore tedesco Martin Mosebach in residenza a Venezia per un mese

VENEZIA – Nel bicentenario della morte di Heinrich von Kleist, scrittore tedesco tra i più importanti, Venezia sarà la sede di una ricca serie di eventi culturali ideati dal Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari dal titolo Kleist a Venezia. Appuntamenti d’autore che si snoderanno dal 25 ottobre in varie tappe (tra cui quella più importante in collaborazione con il Centro Tedesco di Studi Veneziani e le Università di Colonia e Verona, l’incontro con lo scrittore tedesco Martin Mosebach) per culminare con la lettura scenica di testi di Kleist il 26 ottobre al Teatro Ca’ Foscari a S.Marta dove rivivranno i testi del grande autore.

Heinrich von Kleist (1777-1811) drammaturgo, narratore, giornalista e poeta, la cui opera più conosciuta in Italia è forse ‘Il Principe di Homburg’, è stato definito da Thomas Mann “senza pari”, non solo tra gli autori tedeschi, ma probabilmente tra quelli di tutto il mondo.

Fallito clamorosamente agli occhi della sua famiglia appartenente da tempi immemorabili alla nobiltà militare della Prussia e fallito anche agli occhi delle massime autorità nel campo dell’arte come Goethe, al quale si era voluto affidare “sulle ginocchia del suo cuore”, il 21 novembre 1811 Heinrich von Kleist si congeda dalla vita. Spara prima alla compagna scelta per le ultime tappe della sua tormentata esistenza e poi a se stesso, andando incontro alla morte con serenità, come aveva assicurato alla sorellastra Ulrike e ai posteri nella sua lettera d’addio, uno dei commiati dal mondo tra i più “eleganti” mai scritti.

Questo il calendario delle manifestazioni volte a ricordarlo:

Convegno Internazionale

Lezioni Veneziane su Kleist – Venediger Kleist-Tage 2011

25 ottobre ore 10 Palazzo Cosulich – 26 ottobre ore 10 Ca’ Foscari Aula Baratto.

Il programma è consultabile al sito di Ca’ Foscari alla pagina www.unive.it – eventi.

All’interno del Convegno si svolgerà l’incontro con il noto scrittore tedesco Martin Mosebach che avrà luogo il 25 ottobre alle ore 18 presso l’Aula Magna di Ca’ Foscari a Ca’ Dolfin (evento in lingua tedesca).

Martin Mosebach nato nel 1951 a Francoforte sul Meno, è autore di numerosi romanzi e racconti, nonché librettista, drammaturgo e saggista e tra gli innumerevoli riconoscimenti letterari ricevuti è stato insignito anche del prestigioso premio “Kleist”.

Martin Mosebach sarà protagonista, con il Presidente del Centro Tedesco di Studi Veneziani, il Prof. Klaus Bergdolt, ordinario di Storia della Medicina all’Università di Colonia, e il Prof. Günter Blamberger, ordinario di Letteratura Tedesca al medesimo Ateneo, Presidente della Heinrich-von-Kleist-Gesellschaft e massimo esperto mondiale nel campo della ricerca kleistiana, di un dialogo a tre sulla sorprendente attualità di Kleist dal titolo “Nur was nicht aufhört weh zu tun, bleibt im Gedächtnis” (“Solo ciò che non cessa di dolere rimane nella memoria”).

Lo scrittore Martin Mosebach sarà l’ospite d’onore del Centro Tedesco di Studi Veneziani 2011  a Palazzo Barbarigo della Terrazza. Mosebach risiederà a Venezia per oltre un mese dove – dedicandosi alla produzione letteraria – sarà immerso nella ricerca scientifica-culturale del Centro Tedesco. Il Focus dell’Istituto interdisciplinare riguarda la percezione della città lagunare ed è volto in special modo a sottolineare le influenze tedesche sulla storia di Venezia. Lo sguardo di viaggiatori, ricercatori, operatori di cultura tedeschi che osservavano Venezia dal di fuori, ha prodotto opere di particolare rilevanza sulle complesse realtà storiche della Serenissima, costantemente ricordate ed attualizzate.

Il Convegno di Studi si concluderà la sera del 26 ottobre alle ore 20.30 al Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta con l’appuntamento verità inverosimili – lettura scenica di testi di Kleist, curato da Alessandra Giuriola. La “lettura” si compone di tre parti, due parti video e una centrale “in scena”. Tra i testi letti ci sarà la famosa lettera di addio alla sorella Ulrike, scritta da Kleist il giorno stesso in cui si suicidò.

Testi in “lettura” – Parte I H. von Kleist, Verità inverosimili, trad. L. Traverso, H. von Kleist, Lettera d’addio alla sorella Ulrike (21/11/1811, A. M. Carpi, Dopo la fine, da Un inquieto batter d’ali, L.Traverso, Introduzione alle Opere di H. Von Kleist. Parte II H. von Kleist, Sulle marionette, trad. R. Colorni. Parte III A.M.Carpi, Dopo la fine, da Un inquieto batter d’ali, H. von Kleist, Lettera a Ulrike (12/11/1799), H. von Kleist, Lettera a Marie (9/11/1811).

L’intero ciclo di appuntamenti kleistiani a cura di Bettina Faber, studiosa di Letteratura Tedesca a Ca’ Foscari presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, si chiuderà invece il 22 novembre, giorno in cui il mondo ha dovuto prendere atto della morte di Kleist, a Palazzo Malcanton-Marcorà alle ore 16 con una lettura bilingue di testi dell’autore, che si svolge in contemporanea mondiale in cooperazione con l’internationales literturfestival berlin e la Heinrich-von-Kleist-Gesellschaft e con la proiezione del recentissimo film Die Akte Kleist in cooperazione con Ca’ Foscari Cinema.

Tutti gli eventi si svolgono con la collaborazione del Centro Tedesco di Studi Veneziani, del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Verona, della Heinrich-von-Kleist-Gesellschaft, delI’Institut für Sprache und Literatur I der Universität Köln e con il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Venezia, dell’Ateneo Veneto di Scienze, Lettere e Arti e dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti.

Inquieta, moderna, sconvolgente, nel linguaggio come nei contenuti, l’opera kleistiana emana tuttora un fascino forte ed enigmatico, che la rende oggi tra le più rappresentate nei teatri e discusse in tutte le platee culturali in genere, appassionando il pubblico oltre i confini della lingua tedesca.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.