#SergioRacanati | līlā | #film selezionato per l’edizione 2017 #AsiaFilmFestival | #Barcellona | dal 2 – 12 novembre

Tagged: , , , , , , ,

līlā è un film di Sergio Racanati che nasce durante la residenza per artisti KYTA(Karma Yatri Travel and Art), un progetto sperimentale con sede nel villaggio di Kalga (India), ai piedi dell’Himalaya. Una residenza che si pone l’obbiettivo di interferire con le rotte abituali dell’arte contemporanea ed esplorare il rapporto tra viaggio, vita, cultura ed espressione.

Proprio grazie a questa matrice asiatica, līlā è stato selezionato per l’edizione 2017 dell’Asia Film Festival, organizzato da Casa Asia Film Festival (CAFF) e diretto da Menene Gras Balaguer, che avrà luogo nella città di Barcellona dal 2 al 12 novembre. Un festival che da svariati anni cerca di farsi luogo d’incontro e dialogo tra le migliori produzioni provenienti dall’Asia e le migliori produzioni spagnole/europee con una spiccata impronta asiatica.

Inserito nella sezione DISCOVERIS del festival, līlā esplora delle narrative appartenenti alla comunità hindu della Valle Parvati, auspicando ad un possibile modello di fruizione del territorio e producendo un cortocircuito tra localismo e (post)globalismo. Il sostantivo femminile da cui prende spunto il titolo, indica: gioco, distrazione, passatempo, grazia, fascino, ma anche mera apparenza o simulazione. līlā, secondo la tradizione induista, sottintende la spontanea venuta ad essere manifestazione dell’universo e del suo dissolvimento; significa aver a che fare con un «gioco del mondo» che porterà ad uno sconvolgimento che la divinità Shiva lascerà accadere, così che gli esseri umani rimangano confusi dal capovolgimento della realtà stessa.

Come la traduzione della parola līlā rimanda a qualcosa di incongruo e beffardo, oscillando perennemente fra l’illusione e l’incanto, il film vuole mettere in evidenza continue dicotomie e incongruenze di una parte del mondo comunemente associata alla sola meraviglia naturale e spirituale. Lo spettatore si ritroverà travolto da un turbine di eventi: micro-storie dall’aspetto irrisolto e da un turbine di pensieri che oscillano tra lasfera privata/pubblica – individuale/comune.

līlā, secondo il suo autore, vuole attivare un rovesciamento etno-antropologico,  interessandosi alla riflessione intorno alla questione ancora aperta dello scambio e del contatto tra “le culture del vicino e del lontano”, riconoscendo e promuovendo la diversità e l’alterità, come modelli di sconfinamento e superamento delle attuali costruzioni fisiche e metafisiche.

Sergio Racanati, classe 1982, vive e lavora tra Milano e Miami. La cifra predominante del suo percorso artistico, si basa sull’approfondimento e l’analisi delle pratiche creative che guardano al contesto urbano, sociale, politico ed architettonico.

SCHEDA TECNICA DEL FILM līlā

Autore, regia, montaggio: Sergio Racanati

Colonna sonora: Kinki Von Berlinki

Prodotto da: KYTA, Artistic Residency of Contemporary Art, Kalga

Anno di realizzazione: 2016-2017

Luogo di realizzazione: Valle di Parvati, Himalaya, India

Durata: 180’

Film a: colori

Formato: 4:3

SEDE E ORARIO PRESENTAZIONE

Luogo: Asia Film Festival | Barcellona

Sezione: DISCOVERIS 

Data e orario: sabato 11 novembre, ore 12:00 p.m

 

asianfilmfestival.barcelona/2017/

vimeo.com/user5945052

thatscontemporary.com

Rispondi