Galleria OltreDimore 

presenta
Alessandro Brighetti
Piero Mottola
Ivana Spinelli

Scope Basel / 12-17 giugno 2012

La Galleria OltreDimore è lieta di annunciare la sua partecipazione a Scope Basel, fiera internazionale d’arte contemporanea che si terrà a Basilea dal 12 al 17 giugno 2012. La galleria, che è stata selezionata insieme ad altre cinque gallerie italiane, presenterà i lavori degli artisti Alessandro Brighetti, Piero Mottola e Ivana Spinelli.

La ricerca di Alessandro Brighetti (Bologna 1978) si iscrive all’interno di un genere artistico che fin dall’antichità studia i rapporti e le relazioni tra arte e natura, arte e scienza, arte e biologia, arte e chimica, arte e tecnologia. L’artista intende la materia come vita organica e inorganica, trasformando in senso alchemico l’una nell’altra, verso il raggiungimento di una inarrivabile simbiosi, di un perfetto equilibrio che è emblema di uno “stato di grazia” assoluto. La tecnologia diventa così, nei suoi aspetti positivi e nelle sue aberrazioni, strumento di modifica della natura, indispensabile all’artista per assumere un ruolo centrale nella propria dimensione di creatore e di artista sperimentatore.

Piero Mottola (Caserta, 1967) è artista e musicista sperimentale. La sua formazione artistica è legata al Centro Studi Sperimentale Jartrakor di Roma e alla Teoria Eventualista. Mottola, attenendosi ai principi dell’Eventualismo basati su un metodo sperimentale con finalità cognitive, concepisce lavori improntati ad una rigorosa astinenza espressiva costruendo “stimoli acustici neutrali” in grado di suscitare nel pubblico risposte e reazioni misurabili e valutabili. L’artista presenta a Scope Basel due Scatole sonore realizzate in occasione della mostra L’Etica prima della forma a cura di Raffaele Gavarro nell’ambito della 11° Biennale de L’Avana (2012).

Per Ivana Spinelli (Ascoli Piceno, 1972) il corpo della donna è un pretesto per parlare della dimensione politica e sociale delle relazioni personali. Un approccio critico quello dell’artista, ma non freddo e distante, anzi profondamente partecipato ed immerso nelle immagini proposte dai media, rielaborate come riflesso mentale ed emozionale di una impressione visiva, una simulazione delle modalità soggettive di percepire il mondo. Per Scope Basel, Ivana Spinelli mette in scena nuove suggestioni: video, sculture, disegni, quadri, in un affastellamento emotivo ma non casuale che forma una specie di panopticon dell’impossibile.

[box color=blue type=info]SCOPE BASEL Pavilion
KASERNE, Klybeckstrasse 1b
CH-4057 Basel, Switzerland
Stand: A12
www.scope-art.com
www.oltredimore.it  
info@oltredimore.it[/box]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.