Francesca Pasquali | Scopa/MI
a cura di Denitza Nedkova

18 marzo | 30 aprile 2011

Galleria OltreDimore
Via d’Azeglio 35/a Bologna

Francesca Pasquali | Scopa/MI
Francesca Pasquali | Scopa/MI

Inaugura venerdì 18 marzo 2011 alle ore 18.00 negli spazi della galleria

OltreDimore di Bologna la mostra personale di Francesca Pasquali dal titolo Scopa/Mi a cura di Denitza Nedkova.

Scopa/Mi è il provocatorio imperativo che titola l’installazione site specific di Francesca Pasquali che occuperà l’intero spazio della galleria creando al suo interno un ambiente nuovo, da guardare, toccare e calpestare.

Francesca Pasquali dispone sul pavimento e sulle pareti della sala espositiva 50mtq di setole di scopa: un mare luccicante e soffice sul quale sostare e procedere, attraversandolo in lungo e in largo alla ricerca di una nuova relazione tra sé, il proprio corpo e la materia.

Come ci fa notare la curatrice Denitza Nedkova: “La copulazione è obbligatoria. Ad incitarci non è tanto il titolo dell’opera, quanto il fatto che tutta la galleria è divorata da questo magma, che stappiamo e nel quale affondiamo. La morbidezza, le pulsazioni della massa che si stende davanti a noi tenta, ci apre il proprio grembo nella ricerca di un piacere reciproco, nato dall’ unione carnale. L’artista offre una materia sensuale e sensibile da percorrere per farci provare una sensazione di instabilità che va oltre il contatto e l’interazione con l’oggetto artistico. Si tratta infatti di comprendere in modo esperienziale, l’assoluta fruizione dell’opera d’arte, dove non siamo più spettatori, non siamo più agenti esterni che possono modellarla, ma siamo parte integrante di essa”.

Scopa/Mi dice l’installazione di Francesca: entra in me, verifica il tuo corpo sul corpo dell’opera, sperimenta il tuo perimetro nella superficie dell’ambiente.

Scopa/Mi interessa uno spazio che è quello di tutti, una dimensione anche temporale, comune e non privata, rivendicando il valore dell’arte quale esperienza aperta, diretta, collettiva, che implica una reazione.

Sono in mostra anche le opere Frappe e Straws, realizzate utilizzando materiali industriali di scarto per la composizione di strutture complesse che molto devono alla ricerca optical e programmata e che danno vita ad

effetti di cinetismo virtuale e di alterazioni cromatiche .

Rimane centrale anche in questi lavori il ruolo attivo del fruitore, chiamato costantemente ad interagire con l’opera.

Francesca Pasquali | Scopa/MI - Straws
Francesca Pasquali | Scopa/MI - Straws
Francesca Pasquali | Scopa/MI - frappa grigia
Francesca Pasquali | Scopa/MI - frappa grigia
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.