Il Carnevale di Venezia apre le porte all’arte con una grande mostra di arte contemporanea

Tagged: , , , ,

Con “L’Arte tra maschere e colori del Carnevale”, a cura di PromArte, i visitatori di tutte le età potranno camminare tra arte e cultura di ieri, oggi e domani

11 – 20 febbraio 201

Galleria d’Arte “San Vidal” U.C.A.I. Venezia – Campo San Zaccaria – Scoletta San Zaccaria 

 

Il Carnevale di Venezia quest’anno si fa promotore dell’arte con la mostra collettiva “L’Arte tra maschere e colori del Carnevale”, dall’11 al 20 febbraio 2017, nelle antiche sale del Centro d’Arte San Vidal – U.C.A.I. (Unione Cattolica Artisti Italiani), presso gli spazi della “Scoletta di San Zaccaria”. L’esposizione, a cura di PromArte e con il Patrocinio Morale della Regione Lazio, propone le opere di 44 artisti contemporanei, dediti alla pittura, scultura, grafica e fotografia. L’ingresso è gratuito, con l’obiettivo di far avvicinare il grande pubblico di tutte le età all’arte contemporanea. Il vernissage si terrà sabato 11 febbraio, alle ore 17:30, con cocktail di benvenuto e performance live della violinista Costanza Benedetelli. A presentare la mostra i critici d’arte Giorgio Pilla e Francesca Catalano.

In particolare, il percorso della mostra di PromArte ci accompagna in un’immersione totale tra l’arte di ieri, oggi, ma anche domani: il passato è rappresentato dai luoghi che ospitano le opere, luoghi storici di una bellezza classica senza tempo, mentre presente e futuro si fondono nelle opere, che raccontano la visione che l’autore ha del mondo che ci circonda, ricercando linguaggi e stili sempre nuovi e sempre più attrattivi. L’immediatezza che da sempre caratterizza ogni forma d’arte catapulta lo spettatore all’interno di ogni lavoro esposto, per un’esperienza unica e irripetibile.

I temi trattati dagli artisti sono molteplici, dalla rappresentazione dell’Uomo e del suo ambiente alla ricerca introspettiva del proprio IO, senza dimenticare, ovviamente, il Carnevale, omaggiando in particolare quello di Venezia, del quale la mostra si propone come evento collaterale, rivisitando il concetto del gioco della trasformazione. Nelle opere esposte è possibile ritrovare le gioie, le speranze, ma anche i turbamenti dei loro autori, diversi negli stili e nei linguaggi. Proprio in virtù di questa eterogeneità, la mostra offre una ampia visione dell’arte contemporanea, come una sorta di viaggio tra città diverse, dove ognuno di noi può trovare un pezzetto di sé rappresentato.“L’obiettivo di PromArte è promuovere e organizzare servizi ed eventi artistici di qualità, aperti alla collettività, per favorire la conoscenza e la diffusione dell’Arte visiva nelle sue diverse espressioni: pittura, scultura, grafica, fotografia. – Ha commentato Irene Prokulevych, Presidente PromArte. – con i nostri eventi offriamo l’opportunità di avere uno spazio a chi non ha possibilità di esprimere le proprie doti creative, creando momenti di aggregazione artistica, workshop e corsi su temi artistici.”

Immagini di alcune delle opere a questo link https://goo.gl/CrU8oX

 

Rispondi