481551_179105242235890_1374843848_nVi siete mai ritrovati in un pomeriggio come un altro, da soli nella vostra città, annoiati, con tanta voglia di scoprire qualcosa di nuovo, però senza avere gli strumenti per farlo?

Avete mai provato una sensazione di spaesamento verso la grandissima offerta artistica e culturale in circolazione, così abbondante da non sapere da dove iniziare a cercare quello che fa per voi?

Quando partite per una nuova città, con poco tempo a disposizione per visitarla, non vorreste avere un punto di riferimento che vi indichi e vi consigli in base a quello che più vi piace? Un “amico” che vi sappia dire come sfruttare al meglio il vostro tempo a disposizione?

Schermata 2013-05-18 alle 20.23.02Ebbene, ArtDet vuole colmare questa mancanza.
Per seguire il nostro progetto da vicino basterà un Like alla nostra pagina Facebook:
https://www.facebook.com/pages/Art-Det/172600896219658

A breve sarà possibile finanziare la proposta attraverso lo strumento del Crowdfunding e, per questo, ci servirà il sostegno sia di chi vorrà sostenerci moralmente solo con un semplice click sia di chi vorrà contribuire concretamente attraverso una donazione.

Chi siamo?

Elena, Francesca, Sara e Simona. Quattro studentesse universitarie del corso di laurea in Comunicazione nei mercati dell’arte e della cultura presso l’Università IULM di Milano, che vogliono prendere una posizione e iniziare a cambiare le cose.
Siamo appassionate di arte, curiose e soprattutto…con poco tempo libero per esserlo.

A chi vogliamo parlare?

Vogliamo arrivare a tutti coloro che frequentano luoghi d’arte, ma hanno poco tempo per farlo; vogliamo parlare a tutte le persone interessate ad ascoltarci; a tutti coloro che hanno bisogno di uno strumento facile da usare che li aiuti a sfruttare nel modo migliore il poco tempo a loro disposizione; a tutti quelli che desiderano esprimere i propri pareri ed essere ascoltati senza dover necessariamente essere opinionisti quotati.

Cos’è?

esprime il nostro desiderio di cercare i luoghi dell’arte visiva come fossimo dei “detective”. Nel nostro immaginario, ArtDet è una piazza virtuale, un punto di incontro nel web dove poter parlare e confrontarsi, conoscere e condividere esperienze vissute nei luoghi dell’arte visiva e opinioni su di esse. Il progetto prevede la creazione di un sito di rating museale e di eventi legati all’arte. Questo permetterà agli utenti di trovare facilmente e velocemente il tipo di istituzione che più gli interessa, le relative informazioni inserite da visitatori precedenti e le loro opinioni, per rendere la loro esperienza il più soddisfacente possibile. Molti di voi penseranno che ArtDet sia solo l’ennesimo sito o guida turistica, ma non è così! La nostra idea si distingue da tutte le offerte simili esistenti, vuole dar vita a una vera e propria comunità basata sulla comunicazione. Vuole essere strumento indispensabile nelle mani di turisti e di chi vuole scoprire l’arte in ogni suo viaggio o nella vita di tutti i giorni.

Cosa offrirà questo sito ai suoi visitatori?

Il sito offrirà semplicità e comodità; sarà uno strumento alla portata di ognuno di noi e aperto a tutti. Sarà possibile accedere ad ArtDet sia come utente registrato che come mero visitatore, e, in entrambi i casi, tutte le informazioni presenti sul sito saranno accessibili e consultabili. Tra di esse sarà possibile trovare, ad esempio, recensioni su musei e istituzioni artistiche che si occupano di arti visive ed itinerari relativi a città, che permetteranno una fruizione adatta ai propri interessi nel miglior tempo possibile. Inoltre sarà possibile fare delle ricerche mirate a un tipo di arte specifica (medioevale, contemporanea, egizia ecc.), artista, città, mostra o museo, quindi in base alle vostre richieste e a quello che più vi piace. Gli utenti registrati avranno la parte più attiva e importante, perché ad essi spetterà il compito di scrivere le recensioni, programmare itinerari e inserire istituzioni nuove e varie tramite la compilazione di semplici schede preimpostate. Nel caso specifico in cui l’utente inserisca un’istituzione nuova, il compito più articolato di fornire informazioni tecniche sull’istituzione in questione non graverà comunque su di lui: musei ed istituzioni, infatti, avranno la possibilità di inserire la propria struttura con relative informazioni o, laddove essa sia già stata inserita da un utente, di completarla con descrizioni più puntuali. Sulla pagina personale l’utente potrà inserire la propria storia di visitatore, creando degli itinerari personali e delle liste dedicate ai propri interessi.
Attraverso l’aggiornamento del profilo tramite l’utilizzo di hashtag, l’utente verrà informato tramite una newsletter di tutti gli eventi relativi al tipo di museo e istituzione che preferisce. Sarà inoltre possibile collegare il profilo ArtDet a quello di Facebook, in modo che, nel momento in cui l’utente si collega attraverso il social network, il suo profilo personale si aggiorni automaticamente mediante l’acquisizione dei like.
Per quanto riguarda il sito in generale, sulla home verranno visualizzati i musei più cliccati e gli ultimi musei inseriti e recensiti; la grafica sarà accattivante e gli strumenti facili da capire; i colori saranno sobri, ma vivaci; sarà un sito giovanile, utile, piacevole da usare e da consultare.

Da dove nasce il nostro progetto?

Il nostro progetto nasce da una necessità, da una mancanza, dalla voglia di rendere accessibile a tutti qualcosa che sembra riservato solo a determinati gruppi sociali, dalla voglia di scoprire i luoghi dell’arte semplicemente con un click. Ogni volta che decidiamo di andare a visitare un museo o di trascorrere un pomeriggio passando da una mostra all’altra, inciampiamo sempre nella stessa difficoltà: per trovare informazioni o pareri soddisfacenti sulle offerte presenti nella nostra città dobbiamo leggere articoli di giornale e districarci tra tantissimi siti internet, nessuno dei quali specializzato in ciò che a noi interessa. Il risultato di tutto questo è noia e demoralizzazione, scoraggiamento e perdita di tempo.

Scommettiamo che per voi la situazione non sia molto diversa, vi immaginiamo nei nostri stessi panni muovervi tra una pila di riviste e decine di pagine internet.

Perchè, in un mondo in continua evoluzione e sempre più veloce, l’informazione sull’offerta culturale è ancora così lacunosa ed incompleta?

Il nostro progetto vuole rispondere a questi interrogativi, vuole aiutare chi come noi è affamato di cultura ma trova troppo difficile cibarsene.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.