dal 27 marzo 2017 t-space partecipa a OUTER SPACE @ FuturDome Milano

Tagged: , , , , , , , , ,

t-space partecipa a OUTER SPACE con la mostra Homesick
A cura di t-space Project.
27 marzo – 15 aprile 2017

Conferenza di presentazione lunedì 27 marzo 2017 ore 12.00
Inaugurazione lunedì 27 marzo 2017 ore 18.00

FuturDome, Milano, via Paisiello 6

t-space partecipa al progetto OUTER SPACE con la mostra Homesick allestita negli spazi di FuturDome. Dal 27 marzo al 15 aprile 2017, durante il periodo di Miart, t-space abita uno degli appartamenti del palazzo liberty di via Paisiello 6 con un progetto inedito, a cura di t-space project Elena D’Angelo, Gloria Paolini, Alberta Romano.

Homesick indica in inglese il sentimento di nostalgia legato al luogo a cui si sente di appartenere, la casa, nel senso emotivo di home e non in quello architettonico di house. Sick indica una malattia, la sensazione di vuoto generato dalla distanza da ciò che è familiare.

La proiezione di questa mancanza è trasferibile a qualunque entità che ospiti una parte del nostro bagaglio emotivo e nel complesso di FutureDome sono presenti le strutture architettoniche di un appartamento ancora privo di familiarità che diventano l’involucro in cui questa nostalgia viene ricostruita e presentata.

La trasposizione di carica emotiva in contesti separati dal sé lega i lavori di Jack Fisher (1991, Merseyside, UK), Ludovica Gioscia (1977, Roma), Jacopo Miliani (1979, Firenze), Giulio Scalisi (1992, Salemi), Laura Yuile (1986, Glasgow, UK) i quali riescono a fornire diverse interpretazioni del privato e del suo misurarsi con la realtà.

OUTER SPACE una mostra dedicata ai project space italiani
Un progetto a cura di Ginevra Bria
Direzione artistica di Atto Belloli Ardessi
Special visiting tour a cura di Diego Bergamaschi
Refuge in Case of Tropical Storm un progetto di ATZ Agreements To Zinedine

OUTER SPACE presenta un percorso curatoriale che riunisce esempi di modelli di spazi indipendenti quali Almanac (Torino), Current (Milano), Gelateria Sogni di Ghiaccio (Bologna), Le Dictateur (già interno a FuturDome), Site Specific (Scicli), t-space (Milano), Tile Project Space (Milano), Mega (Milano), Treti Galaxie (Torino), Ultrastudio (Pescara), chiamati a relazionarsi gli uni con gli altri e per la prima volta in un unico luogo, come occasione di incontro con il pubblico e con nuove forme di collezionismo. Il progetto prende il via con una campagna di crowdfunding in collaborazione con BeART.
#outerspace2017 #futurdome

Curatorial Tour
​Venerdì 31 marzo ore 17.30, sabato 1 aprile ore 17.30, domenica 2 aprile ore 15.30, sabato 8 aprile ore 17.30; per prenotazioni: ginevra.bria@isisuf.org

Informazioni riservate alla stampa
OUTER SPACE: Maddalena Bonicelli maddalena.bonicelli@gmail.com, +39 335 6857707
Cartella stampa completa: http://bit.ly/OutersSpace_presskit
t-space: press@t-space.it comunicato stampa completo t-space

OUTER SPACE contatti
FuturDome, via Giovanni Paisiello 6, 20131 Milano
Orario: 10.00 -13.00 / 16.00 – 21.00, ingresso gratuito
info@futurdome.com, 392.7900203, www.futurdome.com

Next exhibition @ t-space:
Ludovica Gioscia The Peacock Stage
Inaugurazione 22 marzo 2017 ore 18.30
23 marzo – 23 aprile 2017
via Bolama 2, 20126 Milano
Comunicato stampa / Press release Ludovica Gioscia

T è uno spazio incastrato in un altro spazio, uno spazio espositivo entrato in uno studio di fotografia; o forse uno spazio di fotografi che cerca una strada nello scenario artistico milanese. T è un rapporto simbiotico: artisti e curatori convivono e condividono, la pratica nutre la teoria, la teoria rinforza la pratica. T è la nostra autonomia, è la responsabilità delle nostre scelte. T è t-space.
T-space admin: Rui Wu.
Studio Staff: Giulia Spreafico, Francesco Dipierro.
Project Curator: Elena D’Angelo, Gloria Paolini e Alberta Romano.

Rispondi